Aspirafoglie | Opinioni e Recensioni

Un aspirafoglieSe il tuo giardino è troppo grande per essere liberato dalle foglie utilizzando un rastrello, allora utilizzare un aspirafoglie risulterà essere senz’altro la soluzione migliore e più efficace a questa necessità. Diciamoci la verità, i giardini pieni di foglie sono brutti da vedere, ostruiscono la naturale crescita dell’erba e di tutte le piante che vengono “soffocate”, quando ammuffiscono generano cattivi odori e possono favorire l’insediamento di animali selvatici indesiderati (come i ricci) oppure anche pericolosi (specialmente le serpi e/o le vipere).

Gli aspirafoglie risultano quindi essere uno strumento dai molteplici benefici per il proprio prato, ma scegliere il modello migliore non è sempre facile, anche a causa dell’elevata quantità di tipologie presenti in commercio. Esistono modelli che aspirano le foglie, altri che le triturano ed altri ancora che le soffiano via e basta.

In questo articolo ci concentreremo sugli aspiratori, cercando di elencarvi la classifica dei migliori modelli acquistabili online, cioè i modelli più acquistati e più apprezzati, mentre successivamente recensiremo e daremo le nostre opinioni su quelli che noi redattori di questo articolo consideriamo i migliori. Poco sotto troverai fin da subito la classifica dei dieci modelli più acquistati ed apprezzati su Amazon (che, per chi non lo sapesse, è il negozio online più vasto, importante e conosciuto al mondo), aggiornata ogni 24 ore dal nostro bot, con tanto di collegamento ipertestuale per spulciare al meglio i vari modelli!

Aspirafoglie – La top 10 e l’equipaggiamento

Più venduti - Posizione n. 1
Einhell 3433300 GC-EL 2500 Soffiatore Elettrico Aspirafoglie, 2500 W, 240 km/h, Nero/Rosso
6 Recensioni
Più venduti - Posizione n. 2
Grizzly Aspiratore Soffiatore Aspirafoglie ELS 2614–2 E,  da 2.600 W, 40L
3 Recensioni
Grizzly Aspiratore Soffiatore Aspirafoglie ELS 2614–2 E, da 2.600 W, 40L
  • Aspiratore-soffiatore con motore elettrico di grande potenza per risolvere in modo efficace ed innovativo il problema della raccolta foglie e detriti. La grande velocità di flusso fino a 270 km/h con regolazione elettronica e la ventola di triturazione consentono di aspirare, soffiare e triturare, diminuendo notevolmente il volume del materiale aspirato.
OffertaPiù venduti - Posizione n. 3
Einhell soffiatore a batteria GE-CL 18 Li Kit Power X-Change (ioni di litio, 18 V, passaggio aria 210 km/h, batteria da 1,5 Ah e caricabatterie inclusi)
11 Recensioni
Più venduti - Posizione n. 4
Alpina BL2.6E Soffiatore, 2600 W
17 Recensioni
Alpina BL2.6E Soffiatore, 2600 W
  • Capacità sacco 45 litri
Più venduti - Posizione n. 5
BLACK+DECKER GW3031BP-QS Soffiatore Aspiratore Trituratore con Zaino Raccoglifoglie
  • Zaino raccoglifoglie in dotazione: elevata capacità di raccolta (fino a 72 litri) e comfort e manovrabilità in uso, grazie al tubo flessibile, al bilanciamento del peso ed al pratico sistema di svuotamento
Più venduti - Posizione n. 6
Fishtec ® - Soffiatore e aspiratore 2 in 1, 500 W
8 Recensioni
Fishtec ® - Soffiatore e aspiratore 2 in 1, 500 W
  • Questo soffiatore compatto eliminerà in un attimo foglie morte, rami e rametti da prati, cortili e terrazze.
Più venduti - Posizione n. 7
Hitachi RB24EAP
3 Recensioni
Hitachi RB24EAP
  • HITACHI SOFFIATORE Compatto e leggero ma allo stesso tempo potente ed efficace con un motore "New Pure Fire", studiato per ripulire ogni superficie fino all'ultima foglia o cartaccia. Vero e proprio concentrato di energia, la velocità di uscita dell'aria supera i 270 km/h. Per scelta di Hitachi è privo della capacità di aspirare, questo per dotarlo di una ventola a venti palette ad elevate prestazioni per il soffiaggio aumentandone così efficenza e prestazioni. Cilindrata23,9cc
Più venduti - Posizione n. 8
Più venduti - Posizione n. 9
Greenyard Aspiratore Soffiatore A Scoppio 26cc 4-IN-1
1 Recensioni
Greenyard Aspiratore Soffiatore A Scoppio 26cc 4-IN-1
  • MOTORE DUE TEMPI A BENZINA 26CC-1 ANNO DI GARANZIA
OffertaPiù venduti - Posizione n. 10
Einhell GC-EL 2600 E Soffiatore/Aspiratore Elettrico per Foglie, 2.600 W, Rosso/Nero
4 Recensioni

Ultimo aggiornamento 2017-12-14

Come per ogni strumento per il giardino, è importante utilizzare gli aspirafoglie indossando il giusto equipaggiamento. In particolare, è importante utilizzare degli stivali protettivi per fare in modo di evitare sorprese da parte di possibili animali pericolosi nascosti tra le foglie. È importante anche utilizzare degli occhiali protettivi, in quanto può sempre capitare che qualche sassolino, anche piccolo, schizzi via e possa colpire gli occhi. È consigliato utilizzare delle cuffie protettive per proteggere le vostre orecchie dal rumore generato dall’aspirafoglie. Stare anche solamente per due ore a stretto contatto con un rumore continuo di circa 80dB può essere estremamente affaticante e dannoso per il vostro udito. Indossate una mascherina se prevedete che il lavoro genererà molta polvere, indossate sempre dei guanti protettivi e se li avete lunghi, raccogliete i capelli in quanto potrebbero incagliarsi nella ventola del motore.

Perché fidarsi

Prima di aprire questo sito web, abbiamo speso centinaia di ore per conoscere di tutto e di più sull’argomento degli aspirafoglie. Abbiamo consultato innumerevoli guide ed articoli online, in special modo stranieri. Ad esempio, abbiamo letto i tantissimi articoli sull’argomento pubblicati da Roy Berendsohn sul Popular Mechanics. Roy Berendsohn, per chi non lo sapesse, testa la strumentalistica per il giardino da decine di anni, ed è una delle fonti inglesi più autorevoli, affidabili e rispettate sull’argomento. Nello specifico, ci è risultato essere di grande utilità sia questo che questo articolo.
Abbiamo, successivamente, letto le recensioni lasciate dagli acquirenti sui vari siti. Tra le tante, in particolare, abbiamo trovato molto utile ed interessante la guida di Sal Vaglica pubblicata sul ToH, così come la recensione di David Wolman su Wired. Abbiamo anche acquistato degli e-book specializzati.

Oltre alla lettura, in passato siamo riusciti a metterci in contatto con Chad Crosby, un consulente americano per tutto quel che riguarda il giardino ed il giardinaggio, con cui abbiamo avuto una lunga discussione su Skype. Abbiamo trovato impressionante la mole di preparazione posseduta da Chad sull’argomento, e ci ha sicuramente aperto gli occhi su molte cose.
Ultimo ma non ultimo, siamo riusciti ad avere una lunghissima discussione anche con Dan Pherson, il product manager della sede statunitense della Stihl, azienda produttrice molto rinomata di strumentalistica per il giardino e non solo. Abbiamo trovato questa chiacchierata estremamente proficua e sicuramente la più interessante in assoluto, per cui aspettatevi molti “agganci” alle sue parole nei successivi paragrafi.

E in Italia? Onestamente, nell’internet Italiano abbiamo sempre trovato molto lacunosa la quantità e la qualità di informazioni presenti in rete non solo per gli aspirafoglie, ma per tutto il giardinaggio in generale. Se fosse stato possibile, ci sarebbe piaciuto consultare esclusivamente fonti Italiane, ma purtroppo la scarsezza delle informazioni non ce l’ha permesso. Ed è anche per questo che abbiamo deciso di realizzare questo sito web: Dopo quattro anni di studio e di esperienza sul campo, ci sembra doveroso cercare di condividere le nostre esperienze e le nostre conoscenze acquisite, ben sapendo tuttavia che il nostro sito, da solo, non sarà sufficiente a cambiare le cose ed arricchire la presenza di informazioni presenti nel web Italiano. È però un primo passo, a cui speriamo seguiranno tanti altri per cercare di colmare il gap di informazioni presenti in questa nicchia.

A cosa serve un aspirafoglie

Se possiedi un piccolo giardino sotto i mille metri quadrati, e/o ci sono pochi alberi (non più di due o tre), e non ti importa svolgere del lavoro manuale, allora il vecchio e caro rastrello è sicuramente la soluzione migliore e più adatta a te. Ma se col rastrello impieghi molto tempo a pulire il giardino, oppure l’operazione risulta essere troppo stancante, allora l’acquisto di un aspirafoglie si renderà necessario, oltre ad essere la miglior soluzione al problema.

Non solo l’aspirafoglie libera dalle foglie il tuo giardino in maniera meno stancante e certamente più rapida, ma può compiere ulteriori operazioni che il rastrello non può compiere. Con un aspirafoglie, infatti, potrai pulire il tuo garage dalla polvere, rimuovere i fastidiosissimi aghi secchi dei pini, oppure rimuovere gli avanzi di erba rimasta sul giardino dopo averla tagliata con un rasaerba (sempre se si utilizza un rasaerba con funzione mulch). La funzione mulch è ottima nei tagliaerba, in quanto l’erba tagliata fungerà da concime organico per il tuo giardino, rendendolo più forte e vigoroso. Tuttavia, l’erba tagliata sparsa per i bordi o in presenza delle aiuole può effettivamente costituire un problema, per cui si renderà utile l’utilizzo di un aspirafoglie.

Come abbiamo testato e scelto i migliori

Innanzitutto c’è da dire che esistono diverse tipologie di aspirafoglie:

  • Con il filo
  • Senza filo
  • A benzina

Ognuno di questi modelli viene presentato al pubblico con offerte e vantaggi unici e diversi gli uni dagli altri, rendendoli ideali per differenti situazioni.

L’aspirafoglie con il filo, più comunemente conosciuto col nome di aspirafoglie elettrico, rappresenta senza alcun dubbio la tipologia più economica sul mercato con una potenza paragonabile a quella degli aspirafoglie a benzina, ma con un peso minore, meno rumore, nessuna emissione nell’ambiente e nessuna manutenzione necessaria.
Parlando personalmente, io utilizzo l’aspirafoglie elettrico da anni, e nei momenti in cui non lo utilizzo è sufficiente spegnerlo e riporlo in garage, in cui non dà assolutamente alcun fastidio viste anche le dimensioni. Alcuni di questi modelli possiedono un trituratore integrato che vi permetterà di triturare in pezzettini piccolissimi le foglie aspirate… Un po’ come se fosse un tagliaerba con funzione mulching, ma molto più silenzioso e comodo da usare.
Dan Pherson ci ha inoltre raccontato che gli aspirafoglie elettrici sono particolarmente indicati per “Un uso tradizionale, per i piccoli cortili, per prati e giardini di piccole dimensioni ed infine per pulire le pedane in legno”.
Il rumore generato è sicuramente inferiore e meno fastidioso rispetto alla controparte che viene alimentata a benzina, anche se all’atto pratico il rumore risulta minore solo di pochi decibel.

La foto dei modelli tesati quest'anno

Ecco la foto dei modelli di aspirafoglie e di soffiatori che abbiamo testato quest’anno, ma solo in pochi ci hanno impressionato.

I modelli senza filo, meglio conosciuti come aspirafoglie a batteria, offrono una potenza simile a quella dell’aspirafoglie elettrico, ma con un livello di manovrabilità e di comodità di utilizzo estremamente maggiore. Sono l’ideale per giardini e prati di grandi dimensioni che possiedono pochi alberi, ma non sono altresì da scartare per piccole proprietà aventi numerosi alberi, per pulire le cunette e le grondaie e in caso di neve leggera, possono essere utilizzati per ripulire fino a pochi millimetri di neve.
Sono, inoltre, la tipologia di aspirafoglie più silenziosa in commercio. E come ci ha raccontato anche Pherson: “Nulla può battere l’aspirafoglie a batteria se ciò che si cerca è la silenziosità ed il basso rumore in fase di utilizzo”.
Il lato negativo di questa tipologia di aspirafoglie è l’autonomia delle batterie, che ne rendono limitato l’utilizzo. Nei modelli migliori, le batterie possiedono un’autonomia di 20-25 minuti ad essere ottimisti. E siccome fanno utilizzo di batterie di grandi dimensioni, anche il tempo di ricarica risulterà particolarmente lungo, specialmente nei modelli a spalla che possiedono delle batterie di gran lunga più grandi rispetto a quelle presenti nei modelli a mano.
Le batterie per la strumentalistica da giardino hanno fatto enormi passi avanti negli ultimi anni, e ne stanno facendo ancora oggi. Ed ovviamente, più si riduce il tempo di ricarica e più aumenta il costo delle batterie. Ed è per tutto ciò che gli aspirafoglie a batteria attuali sono di gran lunga migliori (ma anche più costosi ed affidabili) rispetto a quelli diversi anni fa, rendendoli un’opzione da tenere senz’altro in considerazione in fase di acquisto.

“Nulla può battere l’aspirafoglie a batteria se ciò che si cerca è la silenziosità ed il basso rumore in fase di utilizzo.” — Dan Pherson

L’aspirafoglie a benzina, nella tipologia a mano, possiede un’enorme potenza di utilizzo, ma risulta essere pesante da utilizzare oltre che faticoso. Il nostro consiglio è di evitarlo, ed optare piuttosto per un modello a spalla, se te lo puoi permettere.
Ma entriamo nel dettaglio: L’aspirafoglie a benzina a mano pesa, in media, intorno ai 5 chilogrammi, rendendolo di fatto 1-1,5 chilogrammi più pesante rispetto all’aspirafoglie elettrico. Pulire il proprio terreno dalle foglie può richiedere del tempo, e manovrare a mano un modello a benzina per 30/60 minuti oppure anche di più (a seconda delle dimensioni del terreno) può risultare estremamente affaticante e straziante. Nel modello a spalla, oltre a poter usufruire della stessa potenza, avrai modo di manovrare un aspirafoglie a benzina in maniera sicuramente più comoda ed ergonomica.

Gli aspirafoglie a spalla offrono potenza ed ergonomia, risultando essere la scelta migliore per terreni di medie e grandi dimensioni. Siccome la maggior parte del peso viene allocata alle spalle, questi aspirafoglie hanno la capacità di possedere un motore più potente ed un serbatoio del gas più grande, permettendo una maggiore autonomia senza alcuno sforzo aggiuntivo per l’utilizzatore.
I lati negativi dei modelli a spalla sono senza alcun dubbio il costo e la manutenzione. Nella maggior parte dei casi, i modelli a spalla partono da un costo iniziale di 250€, fino ad arrivare addirittura sopra i 500€. I modelli di medio-piccole dimensioni possono costare fino ai 350€.
Entrambe le tipologie di aspirafoglie a benzina, a mano oppure a spalla, producono molto rumore ed emanano il tradizionale cattivo odore di gas nell’aria. Nelle stagioni di non utilizzo, richiedono un’adeguato ripostiglio che non può essere improvvisato. Inoltre bisogna sempre fare attenzione ad utilizzare la giusta quantità di olio e di gas combustibile. Per quello che riguarda le emissioni per la salvaguardia ambientale, beh… Dan ci ha raccontato che in america, diverse cittadine hanno bandito l’utilizzo dei modelli a benzina, quindi non c’è molto da aggiungere.

Purtroppo non esiste ancora un metodo universalmente riconosciuto per misurare la potenza di aspirazione di un aspirafoglie: Alcune aziende la misurano all’estremità esterna del tubo, mentre altre misurano l’aria aspirata alla base del motore.

Mentre stai valutando l’acquisto del tuo nuovo aspirafoglie, ci teniamo ad informarti di non prestare troppa attenzione ai parametri legati alla velocità dell’aria (in alcune schede chiamata anche capacità di aspirazione, e solitamente misurata in km/h) né tantomeno alla portata d’aria (solitamente misurata in m3/h). Seppur ci teniamo a garantire che non ci sia alcuna manomissione di sorta, e i dati pubblicati risultino essere effettivamente reali, spesso le aziende pubblicano il dato di misurazione che può garantirgli più vendite.
Come ci ha anche raccontato Pherson, “La velocità dell’aria è la potenza dell’aspirazione, mentre la portata d’aria è il raggio dell’aspirazione”. Il problema è che non esiste, al momento attuale, un metodo universalmente riconosciuto per misurare questi parametri, quindi ogni azienda utilizza il metodo di misurazione che può fargli più comodo. Alcune misurano la potenza all’estremità esterna dell’aspirafoglie, mentre altre la misurano alla base del motore. È giusto non prendere questi parametri come se fossero la Bibbia della verità, ma bensì solamente come un punto di partenza nella valutazione di un prodotto.

Rifornimento di benzina

Rifornire di benzina un aspirafoglie a benzina può richiedere tempo e pazienza.

Solitamente, i modelli che testiamo sono quelli che possiedono il maggior numero di recensioni positive su Amazon oppure su altri siti editoriali affidabili, come ad esempio il Consumer Reports. Questo ci permette di effetture una prima selezione dei modelli, scartando fin da subito i meno performanti o insoddisfacenti.

Successivamente, questi modelli vengono messi alla prova nei terreni di nostra proprietà, situati nelle colline Marchigiane, sotto la presenza di alberi di diversi tipi, per valutarne in modo effettivo le loro prestazioni con qualsiasi tipologia di foglia.

Ovviamente viene misurato anche il rumore emesso dai modelli, utilizzando questo fonometro professionale. Nei modelli che andremo a recensire, abbiamo scoperto che il rumore emesso in decibel è più o meno simile in tutti, nonostante con l’udito sembrano esserci delle differenze anche piuttosto marcate tra i vari modelli recensiti.